Aromi in Puglia per parlare di Ristorazione e Territorio

06 Giugno 2022

Aromi ha accolto con gioia l’invito di Paolo Marchi e Identità Golose a prendere parte al convegno “Puglia, Identità e Storie di Gola”, organizzato da Pugliapromozione e Magentabureau al fine di far incontrare gli allievi degli Istituti Alberghieri e i professionisti dell’enogastronomia regionale con le eccellenze dell’alta cucina.

Due giorni di incontri a Margherita di Savoia, in provincia di Barletta-Andria-Trani, ospiti dell’Istituto Aldo Moro. Sul palco si sono alternati professionisti della cucina e della sala come Cristina Bowerman, chef stellata e imprenditrice; Alessandro Pipero, titolare di un ristorante stellato a Roma; Angelo Sabatelli, chef stellato a Putignano; la famiglia Izzo, tre fratelli alla guida di un ristorante a Castellammare di Stabia; Richard Abou Zaki patron di Retroscena a Fermo; Antonello Magistà, patron e responsabile di sala del Ristorante Pasha a Conversano; Marco Pedron, executive pastry chef di Cracco in Galleria; Ilaria Puddu, imprenditrice di successo nella ristorazione; Andrea Tortora, grande pasticcere e pastry chef; Nicola Loiodice, alla guida della sala del San Domenico Hotel di Fasano; Mariella Caputo, sommelier del ristorante stellato “La Taverna del Capitano di Massa Lubrense.

Insieme a tutti loro, anche Aromi ha avuto il piacere e l’onore di portare il nostro approccio al marketing della ristorazione e un po’ della nostra esperienza, maturata negli ultimi 12 anni di lavoro nel settore food & beverage.

La nostra presentazione ha voluto sottolineare la necessità – imprescindibile oggi – di ripensare la comunicazione del proprio locale partendo dalle fondamenta, ovvero dalla definizione del Marketing Strategico e dall’individuazione della propria “missione”.

In un mercato ristorativo altamente competitivo — 11mila ristoranti in Puglia, a cui si aggiungono bar e piccoli punti vendita food stagionali — e in cui gli utenti e potenziali clienti utilizzano i canali digitali per orientarsi, specialmente in occasione di un viaggio, è fondamentale definire il proprio target, individuandone i bisogni (più che le caratteristiche demografiche) e cercando di mettere a punto soluzioni / offerte / esperienze che siano in grado di soddisfarli. Oggi questo è realizzabile anche grazie ai micro-dati digitali e a tools che possono aiutare ogni ristoratore a entrare nella testa del suo potenziale cliente e di interpretarne i desideri.

E una volta attratto il cliente? L’unicità dell’esperienza è il traguardo da raggiungere! Un cliente che vive una esperienza positiva è un megafono rivolto all’esterno, è un evangelista che ovunque andrà porterà parole dolci nei confronti del locale. Occorre quindi ripensare la propria offerta e il proprio modo di porsi per cercare di rendere unico ed esperienziale il momento di incontro tra cliente e ristorante.

Nei 45 minuti a disposizione abbiamo cercato di dare numerosi spunti, tutti meritevoli di approfondimento, chiaramente.

Chissà che non ci sia presto occasione di farlo, magari sempre con chi ci ha invitato in Puglia e ci ha accolto in modo splendido.

Nel frattempo, possiamo dirvi che è stata per noi una esperienza importante e stimolante… e che la cena da Pietro Zito (agli Antichi Sapori), con tanto di visita ai suoi 5 ettari di orto, è stata memorabile!

CONTACT

Scopri tutto quello che possiamo fare insieme
Aromi. A marketing agency with a collaborative approach